Casa Santa Maria della Provvidenza - Opera Femminile Don Guanella © 2015 Via della Nocetta 23 -27  00164 Roma - Italia Tel. 06 66158853 - 06 66158950    P.IVA 01062811003 NOTE LEGALI E COOKIE POLICY                                                                               
Home Laboratori Gruppi Vita Attività Le Radici Don Guanella News Opera Femminile Don Guanella Casa Santa Maria della Provvidenza CENTRO DI RIABILITAZIONE “Tutti gli uomini della terra Don Guanella sono immagine dell’Altissimo”

Attività

Fisioterapia

L’equipe di riabilitazione è composta da 6  fisioterapisti con competenze diverse di cui una coordinatrice. La fisioterapia gode di ampie palestre polifunzionali con percorsi riabilitativi differenti. Fisioterapia: Il lavoro si svolge con pazienti che presentano esiti di P.C.I,  associati ad altri quadri clinici e neurologici. L’attività è finalizzata a mantenere e  stimolare le capacità residue, dando particolare attenzione all’approccio  relazionale secondo il carisma guanelliano, mettendo al primo posto, il rispetto  della persona.   Vengono inoltre seguiti pazienti con esiti traumatici e/o post-interventi chirurgici  per il recupero funzionale anche con l’uso di terapia strumentale.  Gruppi di Ginnasica Neuromotoria: L’attività neuromotoria di gruppo è  finalizzata a mantenere e migliorare le capacità coordinative e la motilità  articolare attraverso esercizi e giochi. L’attenzione dei fisioterapisti è rivolta   alle abilità nascoste, offrendo loro uno spazio e un tempo privilegiato.  Il progetto verrà presentato dalle fisioterapiste Nicoletta Lorè e Costanza Valenti  durante il VI° Congresso Internazionale Uguaglianze difficili e mondi della  Disabilità che si terrà a Milano dal 19 al 21 ottobre 2015 (Vedi le News).  Attività Neuropsicomotoria: L’attività terapeutica per le disabilità  neuropsicomotorie e neuropsicologiche prevalentemente in soggetti con ritardo  mentale lieve, medio-grave e grave, associato a quadri diagnostici complessi,  attraverso un intervento individuale personalizzato. L’attività prevede un percorso ludico, centrato sul movimento, sull’espressività,  sulla comunicazione, finalizzato alla stimolazione e al mantenimento di funzioni  residue a livello cognitivo, corporeo e socio-emozionali.